L’incontro con il Sen. Giulio Andreotti e con l’On. Falco Accame

(Roberto Pinotti e Alessandro Sacripanti ) - Gli ultimi sviluppi sugli scenari ufologici nazionali e internazionali ci hanno portato inevitabilmente ad un positivo incontro con agli ambienti istituzionali. Da una parte il rapporto di collaborazione con il Reparto Generale Sicurezza dell'Aeronautica Militare Italiana che da molti anni è consolidato con lo scambio di dati sulle segnalazioni, dall’altra l’appena passato trentennale della decisione di designare la nostra Aeronautica come ente preposto a seguire dal 1978 ufficialmente il fenomeno degli Ufo, e non in ultimo il rilascio dei files sugli avvistamenti da parte di molti governi di alto livello, come ad esempio la Gran Bretagna, il Canada, la Francia, la Danimarca e altri ancora.
Come spesso abbiamo detto i nostri rapporti con gli ambienti politici sono tutt’altro che legati da una corrente di bandiera ben specifica, ma il nostro rapporto di collaborazione altresì è stato piùvolte allacciato con politici sia destra che di sinistra, nel variabile impegno che di volta in volta si è creato nel corso del nostro pluriennale impegno ufologico.


Le interrogazioni parlamentari sugli oggetti volanti non identificati che si sono vicendevolmentesuccedute da destra a sinistra nel corso degli ultimi quarant’anni, talune volte con la nostracollaborazione ne sono la totale dimostrazione. E’ chiaro però che se oggi la nostra Aeronauticasvolge in maniera istituzionale una raccolta di dati sul problema OVNI Oggetti volanti nonidentificati, lo dobbiamo sicuramente alla notevole mole di avvistamenti che sono stati registrati nelcorso del lontano1978. Annata straordinaria da ricordare per le statistiche ufologiche, ma ancora di più lo si deve alla svolta istituzionale innescata dall’allora presidente del Consiglio dei Ministri, il senatore a vita Giulio Andreotti, che all’epoca ha svincolato il tema facendolo approdare in modosolenne attraverso gli uffici dello Stato Maggiore Aeronautica.
Abbiamo avuto l’occasione di incontrare il Senatore Giulio Andreotti in occasione di un convegnoil 6 novembre 2006 presso la Camera dei Deputati a Montecitorio in Roma, e successivamenterincontrato nella stessa sede il 9 febbraio 2007. E dopo aver parlato con lui nelle due occasioni eaverlo messo al corrente della nostra attività in campo ufologico.


Nella foto: Roberto Pinotti, il Senatore Giulio Andreotti e Alessandro Sacripanti


Chiedemmo allora al senatore se aveva piacere gli fosse inviato del materiale sul nostro Centro.Così inviammo alla sua segreteria un pacco con la documentazione contenente la nostra rivistaNotiziario Ufo, il Bollettino Filo Diretto, il VHS del CUN, alcuni CD e le nostre news e conl’occasione lo informammo dell’avvicinarsi del 9° Convegno di Ufologia città di Tarquinia 2007, elo mettemmo al corrente di tutte le informazioni sull’iniziativa.
Dopo pochi giorni dal nostro invio, ci vedemmo recapitare nella cassetta postale una lettera con ladicitura “Senato della Repubblica” il Senatore Andreotti ci aveva risposto come promesso, era il 14marzo 2007, e nella sua lettera scritta in una lettera battuta con la macchina da scrivere, ci ringraziòper la documentazione e ci inviò gli auguri per il 9° Convegno di Ufologia di Tarquinia,In quel periodo stavamo ultimando gli ultimi dettagli per la chiusura del primo libro di Alessandro Sacripanti “Ufo il fenomeno degli oggetti volanti - Phasar Edizioni” e si decise di inserire inextremis nel capitolo sulle presenze e le partecipazioni alle attività del Centro Ufologico Nazionale anche la lettera di auguri del Senatore Andreotti alla nostra iniziativa.
Quando il libro a novembre arrivò alla pubblicazione, si decise insieme all’allora Presidente CUN oggi Segretario Generale Roberto Pinotti autore di “Ufo il Fattore contatto - Mondadori” diregalarne una copia dei libri ad Andreotti. Così dopo aver sentito Andreotti e preso unappuntamento, che fu deciso per il giorno lunedì 3 dicembre alle ore 09.00 presso lo studiopermanente di Andreotti al Senato della Repubblica a Roma. Arrivammo il 3 dicembre al Senato in perfetto orario, e dopo la prassi d’ingresso, con la richiesta didocumento e rilascio del Pass siamo saliti al secondo piano, dove eravamo attesi perl’incontro/intervista con il Senatore a Vita Giulio Andreotti, dopo essere stati salutati dalla suasegretaria abbiamo aspettato alcuni minuti in una saletta, e poi poco dopo siamo stati invitati adentrare nello studio direttamente dal presidente.
Inutile dire che un pizzico di emozione era presente nei nostri occhi, eravamo davanti alla piùgrande figura storica della politica della politica italiana, e per di più l’autore del grande passoistituzionale che fece seguire gli ufo alla nostra Aeronautica.
Dopo esserci salutati il presidente Andreotti ci ha illustrato il suo pensiero sulla situazione politicadi quel periodo,(il governo Prodi era alle porte)e come fosse difficile nella circostanza attualeprendere decisioni di difficile efficacia.
Il colloquio è continuato ancora su vari temi d’attualità e poi abbiamo iniziato a parlare di ufologia,e quando gli abbiamo chiesto cosa ne pensa del fenomeno, il Senatore Andreotti ci ha riposto che ilfenomeno merita attenzione e interesse perché queste manifestazioni si ripetono da anni, però havoluto chiarire che molti di questi avvistamenti che si sono verificati in Italia e nel mondo sono statispiegati.
Andreotti ha poi aggiunto che molti di questi avvistamenti sono da attribuire secondo gli esperti afenomeni naturali e atmosferici, sostenendo però che alcuni ancora oggi sono rimasti inspiegabili esenza un tipo di risposta razionale e che proprio su questi che si necessita di ulteriori studi everifiche.Il susseguirsi degli avvistamenti che si erano verificati nel corso degli anni che coprivano il 1977 eil 1978 meritavano una maggiore attenzione, ha aggiunto Andreotti, che decise allora di farprendere in serio esame il fenomeno. Tutto questo però doveva essere classificato e posto allaverifica per soli dati statistici. Un lavoro che venne imposto per competenza all’Aeronautica militare.
L’interesse alle segnalazioni di oggetti volanti non identificati in Italia, gia in quegli anni era statomostrato anche da molti altri politici di diverse connotazioni di pensiero. Infatti viene ricordatal’interrogazione parlamentare esposta nel 1978 dall’On. Falco Accame. Tra l’altro nella suamozione l’On. Accame, (da noi incontrato, leggi più avanti) dopo aver messo in evidenza ilsusseguirsi delle segnalazioni che stavano pervadendo sulla penisola fece anche un riferimento alCentro Ufologico Nazionale, come associazione di ricerca che si occupa dell’argomento.Bisogna ricordare che il 15 maggio 1957 l’On. Giulio Andreotti allora Ministro delle forze armatedopo aver ricevuto un documento dal Console Alberto Perego, a proposito degli studi eseguiti daldiplomatico sui dischi volanti scrisse - "Caro Console, le considerazioni che ella svolge nel suorapporto risultano degne di interesse e di attenzione”.
Durante la conversazione con Andreotti al Senato, abbiamo regalato i nostri libri al senatoreAndreotti, che ci ha detto che li avrebbe letti durante il periodo natalizio, in modo da potersidocumentare ancor di più su questo interessante fenomeno.
Non potevano “rubare” altro tempo al presidente Andreotti che gia ci aveva concesso una buonamezz’ora di compagnia. E così prima di lasciarci abbiamo promesso ad Andreotti che gli avremmoinviato l’invito a partecipare compatibilmente con i suoi impegni istituzionali ad uno dei nostriconvegni nazionali, e il senatore positivamente ha accettato di ricevere i nostri invitiripromettendosi di rispondere sempre e comunque alle nostre lettere di partecipazione.
Così è stato. Infatti il 22 novembre 2008 nell’annuale convegno nazionale di ufologia città di Roma,il senatore Andreotti accettò l’invito a partecipare come relatore. Ma un improvviso maloreavvenuto nel corso della trasmissione televisiva di ‘Buona Domenica’ su Canale 5, quindi pochigiorni prima del Convegno di Roma, non gli ha permesso di poter essere presente. Lo stesso però, volendo essere lo stesso presente, ha mandato al suo posto come persona delegata a parlare al suo posto, l’On. Roberto Rotondo vicedirettore della rivista 30Giorni, diretta da Andreotti.L’On. Rotondo nel suo intervento al Convegno di Roma del 22 novembre ha sottolineato l’interessemostrato da Andreotti per la tematica ufologia, ribadendo che certi studi effettuati con serietà ecompetenza scientifica sono la strada da seguire per questo fenomeno, che da anni è segnalato eosservato nei cielo d’Italia e del mondo.


Nella foto: la giornalista Cristina Rossi, Roberto Pinotti, l’On. Falco Accame e Alessandro Sacripanti


Il 10 novembre 2009 ci siamo incontrati con l’On. Falco Accame nella sua abitazione. Inrappresentanza del C.U.N. il Presidente nazionale Vladimiro Bibolotti, il Segretario GeneraleRoberto Pinotti e il Coordinatore Nazionale Alessandro Sacripanti, accompagnati dalla nostrareferente per Trieste Ariella Novato e dalla giornalista Cristina Rossi di Roma che ha stabilito il contatto su Roma.
L’On. Accame molto cordialmente ci ha ricevuto e dopo esserci presentati, si è subito iniziato aparlare del fenomeno Ufo.
L’On. Accame ha ricordato come la sua interrogazione parlamentare realizzata nel 1978, suscitòmolte reazioni nel mondo politico, innescando di fatto un effetto domino sull’argomento. Ci ricordache sono state molte le lettere e i messaggi che gli arrivarono in merito all’interesse sugliavvistamenti da parte di persone di diverse estrazioni sociali.
Accame conviene con noi che il fenomeno Ufo deve essere studiato e approfondito in maniera seriae scientifica, perché ci sono in giro molte persone che talvolta creano dei falsi oppure cercano dimettersi in mostra sfruttando questo delicato argomento. Secondo Accame l’ufologia è come la“serendipitità”. Ogni volta so scopre qualcosa di nuovo, e gli studi portati avanti nel corso disessant’anni di ufologia cosiddetta moderna non hanno mai portato a qualcosa di veramenteconclusivo da qualunque angolo si guardi il fenomeno.Tra l’altro è idea dell’On. Falco Accame di raccogliere in un unico archivio le interrogazioni parlamentari sul fenomeno Ufo presenti in Italia, con la partecipazione dei vari deputati e senatoriche si sono occupati dell’argomento. Questo archivio, ci riferisce l’On. Accame sarà parteintegrante dell’Osservatorio Parlamentare per lo studio del fenomeno Ufo, di cui lui è presidente.Intanto il Centro Ufologico Nazionale ha gia indicato la data per la prossima edizione del ConvegnoNazionale di Ufologia a Roma, per il 12 dicembre 2009 dove tra i relatori sarà presente anche l’On.Falco Accame che presenterà la sua interrogazione parlamentare sugli Ufo ed esporrà i particolaridel suo nuovo progetto.


Altre informazioni sul sito www.fenomenoufo.com

ROMA - 16 novembre 2009

Roberto Pinotti – Giornalista Aerospaziale – Segretario Generale C.U.N.
Alessandro Sacripanti – Giornalista – Consigliere Nazionale C.U.N.




Last Updated (Thursday, 19 November 2009 01:30)