Università di Stellenbosch 1a(Gicar) - La notizia era nell'aria. Il gran lavoro svolto negli anni dalle spedizioni scientifiche coordinate dal Dr Primo Micarelli non poteva passare inosservato. I risultati raggiunti erano già rimbalzati alla fine dello scorso anno a livello europeo nel corso della 15^ edizione dell'European Elasmobranch Association Meeting a Berlino. E così per quei viaggi di studio iniziati nove anni fa, quasi in punta di piedi, tra mille difficoltà, ma tanta abenegazione e serietà, si aprono le porte della cooperazione internazionale. Segno che le osservazioni e lo screening dei ricercatori italiani stanno convincendo tutti. Un risultato del quale, ora, tutta la nazione si può in fondo vantare e, allo stesso tempo, un fiore all'occhiello, senza ombra di dubbi, per quelle università italiane che non si sono tirate indietro nel sostenere le attività scientifiche (studi dei comportamenti sociali, predatori di superficie e comportamento discriminatorio) sugli squali bianchi. A dare la notizia ufficiale è proprio il biologo Micarelli, da Gansbaay, mentre è in pieno svolgimento la IX Spedizione Scientifica denominata appunto "Sulle Orme del Grande Squalo Bianco". «Durante la settimana – si legge nella nota - oltre alla raccolta dati verranno svolte una serie di conferenze sulla Biologia degli Squali da: Dr.Micarelli P.(Aquarium- Centro Studi Squali), Dr.Sperone E.(Univ.Calabria), Dr.Compagno Leonard (Museo di Storia Naturale di Città del Capo) Mike Rutzen (Responsabile SDU, Sharkman). In occasione della spedizione verrà siglato un importante accordo con firma dell'Agreement tra i seguenti enti: Università di Stellenbosch sudafrica, Aquarium - Centro Studi Squali Massa Marittima, Università della Calabria ed Università di Siena. Un risultato fondamentale per approfondire ed ampliare i già numerosi studi attivati».

 

Il Team della IX Spedizione Scientifica 2012 - Centro Studi Squali Nuove prospettive si aprono, quindi, da oggi, per la IX° Spedizione Scientifica "Sulle orme del Grande Squalo bianco" organizzata dall'Aquarium Mondo Marino - Centro Studi Squali di Massa Marittima con il Coordinamento Scientifico delle Università della Calabria e Siena e che è al lavoro in Sudafrica a Gansbaai, a circa 200km ad est di Città del Capo, dal 14 Aprile scorso.

Il gruppo oltre allo staff scientifico dell'Aquarium e dell'Università della Calabria ed un paio di operatori video-foto (Giglioli e Iosa) è costituito da un folto gruppo (9) di studenti in tesi specialistica delle Università di Siena, Pisa e della Calabria che coadiuvando lo staff scientifico nella raccolta dati possono beneficiarne per le loro tesi come i precedenti (ben 8 tesi tra specialistiche e triennali sono state già prodotte negli ultimi anni).









Last Updated (Monday, 16 April 2012 23:47)